Attenzione

Le foto che accompagnano le ricette sono scattate da me e servono ad illustrare passaggi e risultato. Leggere le notizie riportate sul DISCLAIMER nel caso le voleste utilizzare. Grazie!

lunedì 30 novembre 2015

Chiffon cake all'arancia gluten free



Ma anche a voi capita di pasticciare se non si ha altro da fare? Mi devo inventare qualcosa altrimenti a furia di stare tra i fornelli mi trasformerò in una balena obesa.
Ho raccolto nel mio giardino oggi pomeriggio, delle belle arance che hanno invaso la casa del loro aroma, così mi è venuta un'idea. Avevo già sentito parlare della chiffon cake aromatizzata ed ho pensato di sperimentare anch'io. In un primo momento ho sostituito l'acqua con altrettanto succo di arancia ma, durante la lavorazione, qualcosa non quadrava (avrò fatto l'occhio a come si deve presentare un'impasto? Mah!) così ho aggiunto anche 50 ml di acqua. Il risultato è stato a dir poco eccezionale.

Ingredienti per lo stampo dedicato da 30 cm di diametro:
200 g di farina (ho utilizzato la Mix-it Schar)
100 g di farina di riso
300 g di zucchero un po' macinato
7 uova medie
200 ml di succo di arance filtrato
50 ml di acqua
120 g di olio di semi di girasole
1 bustina di lievito per dolci
8 g di cremore tartaro
1 pizzico di sale
la buccia grattugiata di un'arancia
aroma di vaniglia

Misceliamo assieme, in un piatto capiente, le farine, lo zucchero, il lievito ed il sale e formare una fontana. Versiamo al centro l'olio, i tuorli, l'acqua, il succo delle arance, l'aroma di vaniglia, la buccia grattugiata e poniamo da parte senza miscelare.


Montare a neve fermissima (non ferma, fermissima) con il cremore tartaro, gli albumi.


Riprendere il piatto ed amalgamare, con lo sbattitore, fino ad avere un composto liscio ed omogeneo.



Aggiungiamo in due/tre tempi gli albumi al composto, delicatamente ma bene.



Versare in una ciambelliera senza imburrare né infarinare.


Posizionare ad altezza media, in forno preriscaldato a 160° per i primi 50'. Alzare poi la temperatura a 175° per altri 10'. Fare la prova stecchino.
Capovolgere lo stampo e lasciare raffreddare completamente.


giovedì 26 novembre 2015

Cioccolato caldo in tazza vegano


Versione vegan del mio cioccolato in tazza.

Ingredienti per 4 tazze da cappuccino tipo bar:

500 ml di latte di riso o di soia
50 g di cioccolato fondente
20 g di zucchero di canna
20 g di amido di mais
20 g di cacao amaro in polvere

In un pentolino di acciaio uniamo l'amido, il cacao e lo zucchero. Misceliamo bene ed iniziamo ad aggiungere il latte, poco per volta, evitando di formare grumi



Versare tutto il latte e passare sul fornello del gas a fiamma media. Quando il cioccolato inizia a bollire, abbassiamo la fiamma al minimo e lasciamo cuocere, sempre mescolando, per 3 minuti.
Passato questo tempo aggiungiamo il pezzo di cioccolato fondente e lasciamo sciogliere completamente a fiamma ormai spenta.


Versare nelle tazze e gustare ben caldo.

Cioccolato caldo in tazza con panna




E se in questo pomeriggio estremamente freddo, oltre a passarlo sotto alla copertina, davanti ad un bel film, con il camino acceso mi preparassi un buon cioccolato caldo, magari affogato in un'abbondante cucchiaiata di panna, cosa ne direste voi?
Ma si, è buonissimo e velocissimo da preparare.

Ingredienti per 4 tazze da cappuccino tipo bar:

500 ml di latte
50 g di cioccolato fondente
20 g di zucchero
20 g di amido di mais
20 g di cacao amaro in polvere

In un pentolino di acciaio uniamo l'amido, il cacao e lo zucchero. Misceliamo bene ed iniziamo ad aggiungere il latte, poco per volta, evitando di formare grumi



Versare tutto il latte e passare sul fornello del gas a fiamma media. Quando il cioccolato inizia a bollire, abbassiamo la fiamma al minimo e lasciamo cuocere, sempre mescolando, per 3 minuti.
Passato questo tempo aggiungiamo il pezzo di cioccolato fondente e lasciamo sciogliere completamente a fiamma ormai spenta.


Versare nelle tazze e gustare ben caldo accompagnato da panna montata.

mercoledì 25 novembre 2015

Crostata di frutta fresca




Se vogliamo portare in tavola un dolce sempre ben accetto e che sia bello e colorato da vedere, oltre che buono da mangiare, non potremo sicuramente sbagliare se prepareremo una crostata di frutta fresca. La base di pasta biscottata dovrà essere ricoperta di crema pasticcera e decorata con frutta fresca o sciroppata. Alla fine per rendere tutto ben lucido spennelleremo di gelatina per dolci.

Ingredienti base:
3 uova
100 g di burro (o margarina vegetale)
4 cucchiai colmi di zucchero
2 cucchiaini da tè di lievito per dolci
la scorza grattugiata di 1 limone
farina quanto basta

Ingredienti crema pasticcera:
4 uova
100 g di zucchero
50 g di farina
500 ml di latte
la scorza di un limone

Ingredienti tortagel:
100 ml di acqua
70 ml di succo di limone filtrato
30 ml di succo di pesca o ananas sciroppato
80 g di zucchero
10 g di amido di mais

Inoltre:
frutta sciroppata o frutta fresca a piacere

Iniziamo con il preparare la crema pasticcera.


In una pentola di acciaio (mi raccomando non utilizzare le antiaderenti) mettere i tuorli a temperatura ambiente.
Pesare lo zucchero. Unirne la metà alle uova e il rimanente alla farina
Lavorare in senso rotatorio con l'aiuto di una spatola di legno, le uova con lo zucchero fino a che non diventino spumose.
Unire la farina miscelata allo zucchero, un cucchiaio per volta, alle uova continuando a lavorare.
Aggiungere gradatamente il latte, sempre a temperatura ambiente. Aggiungere la scorza di limone e mettere sul fuoco a fiamma media, continuando a girare (sempre nello stesso senso) fino a che non inizi a fumare. Abbassare la fiamma e far cuocere fino a che non diventi una crema liscia e lucida. Far raffreddare avendo l'accortezza di girarla ogni tanto per evitare che si formi la pellicola superiore

Passiamo ora a preparare la base per crostate.


Mettere la farina a fontana, inserire tutti gli ingredienti e mischiare con l'aiuto di una forchetta e poi con le mani. Aggiungere la farina necessaria ad ottenere un panetto molto morbido al tatto. Foderare una teglia precedentemente imburrata ed infarinata del diametro di 24/26 cm e cuocere la base in forno a 180° per circa 20 minuti (fare la prova stecchino).
Far raffreddare la base e posizionarla sul piatto da portata. Ricoprire di crema pasticcera e decorare con la frutta fresca e sciroppata.

Prepariamo il tortagel per rifinire la torta, renderla lucida e non far annerire la frutta.



Unire tutti gli ingredienti e posizionare il pentolino sul fuoco. Portare a 90° e girare in continuazione per 15 minuti cercando di mantenere fissi i gradi. Se necessario, oltre ad abbassare al minimo la fiamma, spostare e riposizionare più volte il pentolino sul fornello.
Passati i 15 minuti otterrete un composto non molto denso ma che vi ha dato la sensazione di fare sempre maggiore resistenza.
Lasciare raffreddare un po' e spennellare sulla torta con l'aiuto di un pennello.
Tenere la torta in frigorifero fino al momento di servire.

Crostata di frutta fresca senza glutine


Se vogliamo portare in tavola un dolce sempre ben accetto e che sia bello e colorato da vedere, oltre che buono da mangiare, non potremo sicuramente sbagliare se prepareremo una crostata di frutta fresca. La base di pasta biscottata dovrà essere ricoperta di crema pasticcera e decorata con frutta fresca o sciroppata. Alla fine per rendere tutto ben lucido spennelleremo di gelatina. La versione che vi propongo è senza glutine (controllare sempre che gli ingredienti siano idonei). Inoltre se sostituirete il burro con la margarina ed utilizzerete latte ad alta digeribilità, di riso o di soia, avrete un prodotto senza lattosio.





Ingredienti base:
200 g di farina di riso
250 g Mix-it Schar
5 uova
4 cucchiai di zucchero
90 g di burro fuso intiepidito
1/2 bustina di lievito per dolci
buccia di limone grattugiata


Ingredienti crema pasticcera:
4 uova
100 g di zucchero
50 g di maizena (in mancanza si può sostituire con farina per dolci)
500 ml di latte
la scorza di un limone

Ingredienti tortagel:
100 ml di acqua
70 ml di succo di limone filtrato
30 ml di succo di pesca o ananas sciroppato
80 g di zucchero
10 g di amido di mais

Inoltre:
frutta sciroppata o frutta fresca a piacere

Iniziamo con il preparare la crema pasticcera.



In una pentola di acciaio (mi raccomando non utilizzare le antiaderenti) mettere i tuorli a temperatura ambiente.
Pesare lo zucchero. Unirne la metà alle uova e il rimanente alla farina
Lavorare in senso rotatorio con l'aiuto di una spatola di legno, le uova con lo zucchero fino a che non diventino spumose.
Unire la farina miscelata allo zucchero, un cucchiaio per volta, alle uova continuando a lavorare.

Aggiungere gradatamente il latte, sempre a temperatura ambiente. Aggiungere la scorza di limone e mettere sul fuoco a fiamma media, continuando a girare (sempre nello stesso senso) fino a che non inizi a fumare. Abbassare la fiamma e far cuocere fino a che non diventi una crema liscia e lucida. Far raffreddare avendo l'accortezza di girarla ogni tanto per evitare che si formi la pellicola superiore

Passiamo ora a preparare la base per crostate.



Nel boccale della planetaria inserire la farina, formare la fontana e mettere all'interno tutti gli ingredienti. Lavorare con la frusta a K per qualche minuto.
Prelevare il composto con le mani infarinate e stenderlo nella teglia. Bucare ripetutamente la superficie con i rebbi di una forchetta.

Cuocere in forno a 180à per una ventina di minuti. Controllare la cottura facendo la prova stecchino.
Far raffreddare la base e posizionarla sul piatto da portata. Ricoprire di crema pasticcera e decorare con la frutta fresca e sciroppata.

Prepariamo il tortagel per rifinire la torta, renderla lucida e non far annerire la frutta.




Unire tutti gli ingredienti e posizionare il pentolino sul fuoco. Portare a 90° e girare in continuazione per 15 minuti cercando di mantenere fissi i gradi. Se necessario, oltre ad abbassare al minimo la fiamma, spostare e riposizionare più volte il pentolino sul fornello.
Passati i 15 minuti otterrete un composto non molto denso ma che vi ha dato la sensazione di fare sempre maggiore resistenza.
Lasciare raffreddare un po' e spennellare sulla torta con l'aiuto di un pennello.

Tenere la torta in frigorifero fino al momento di servire.

sabato 14 novembre 2015

Crostata di mele al cacao senza latte, uova e glutine


Accetto sempre un bel pezzo di crostata. Se poi è accompagnata da una crema pasticcera e da mele con gocce di cioccolato, incipriata da una polvere di cannella, non posso proprio farne a meno.
Questa volta oltre ad essere senza glutine è anche senza burro e uova, con l'aggiunta di un poco di cacao perché trovo che sia un accostamento formidabile quello del sapore di cioccolato con le mele.
Si raccomanda di fare attenzione a controllare che gli ingredienti siano idonei all'uso da parte di un celiaco.

Ingredienti per una teglia del diametro di 22 cm:

Pasta frolla vegan
Crema pasticcera vegan
2 mele grandi
Gocce di cioccolato fondente
2 cucchiai di cacao amaro
Zucchero di canna
Cannella in polvere
Succo di limone per le mele

Preparare la crema pasticcera e lasciare raffreddare leggermente. Preparare la pasta frolla sostituendo due cucchiai di farina di riso con altrettanti di cacao amaro in polvere. Procedere nella realizzazione del panetto di frolla e quindi foderare una teglia con cerchio apribile, ricoperta da carta forno (se si utilizzano teglie non apribili spennellare la superficie di olio o margarina e spolverare di farina di riso o mais finissima. Girare la teglia per far cadere l'eccesso di farina).
Avere cura di foderare leggermente anche il bordo della teglia.



Bucherellare la superficie con i rebbi di una forchetta. Versare all'interno la crema e livellare con l'aiuto di una spatola o di un tarocco.
Pulire ed affettare le mele (io le ho tagliate a dadini). Aggiungere poco succo di limone per evitare che diventino scure. Spolverarle di zucchero di canna e cannella.
Sistemarle sulla superficie della torta ed aggiungere qualche goccia di cioccolato. Una leggera spolverata di zucchero di canna e cannella prima di infornare a 180° per circa trenta minuti. Fare la prova stecchino. Lasciare raffreddare su di una gratella.



Consumare fredda. Io la conservo in frigorifero.

Pasta frolla senza uova, latte e glutine


La pasta frolla è un impasto piuttosto compatto e dolce, utilizzato per produrre torte, biscotti, dolci e pasticcini da cuocere. L'ingrediente più importante è il burro che può essere facilmente sostituito con l'olio. Oggi prepariamo la pasta frolla senza uova e latte e, per la caratteristica delle farine, anche senza glutine. Si raccomanda di controllare l'idoneità degli ingredienti. La dose è sufficiente per foderare uno stampo di 20/22 cm.

Ingredienti:

200 g di farina di riso
50 g di farina di mais finissima
50 g di zucchero di canna
60 ml di olio di semi di girasole
80 ml di latte di soia (o di riso)
1/2 bustina di lievito per dolci
un pizzico di sale
la scorza grattugiata di un limone


Miscelare le farine e lo zucchero all'interno di un piatto capiente. Unire il sale e la buccia di limone grattugiata. Aggiungere l'olio ed il latte. Iniziare ad amalgamare gli ingredienti con l'aiuto di una forchetta e passare successivamente ad impastare con le mani. Nel caso la pasta frolla risultasse troppo farinosa, aggiungere qualche goccia di latte. Lavorare bene per pochi minuti.



Non è necessario alcun riposo in frigorifero può, quindi, essere utilizzata immediatamente per le vostre preparazioni.

Crema pasticcera senza latte, uova e glutine


La crema pasticcera è una delle basi della pasticceria italiana. E' versatile e può essere utilizzata nelle preparazioni sia calde che fredde. Accompagna dolci al cucchiaio, torte e biscotti ed è un punto di partenza per la realizzazione di altre creme dolci.
Oggi ve la propongo nella versione senza latte ed uova adatta agli intolleranti ed ai vegani. Ho utilizzato sia latte di soia (200 ml) che di riso (300 ml) per ammorbidire un poco il sapore della soia.

Ingredienti:

500 ml di latte di soia
50 g di maizena (o farina di riso)
80 g di zucchero di canna
la scorza di mezzo limone
2 cucchiai di succo di limone

Miscelare lo zucchero e la farina. Versare gradatamente il latte per evitare che si formino grumi. Aggiungere la scorza di limone e porre il pentolino sul fuoco.


Sempre mescolando portare a bollore e far cuocere per 5 minuti. Aggiungere il succo di limone e far cuocere ancora per un paio di minuti.
Abbattere la temperatura posizionando il pentolino in un recipiente di acqua fredda e coprire con la pellicola trasparente a diretto contatto. Utilizzare per le vostre preparazioni come una crema normale