Attenzione

Le foto che accompagnano le ricette sono scattate da me e servono ad illustrare passaggi e risultato. Leggere le notizie riportate sul DISCLAIMER nel caso le voleste utilizzare. Grazie!

lunedì 28 settembre 2015

Pasta con lardo croccante, pomodorini e pesto


Mio marito oggi mi ha portato un bel pezzo di lardo regalatogli da un amico, gestore di un negozio di specialità alimentari. Ne ho subito approfittato per farne un buon piatto di penne.

Ingredienti per 4 persone:

350 gr di pasta corta tipo penne
4/5 fette di lardo
pomodorini tipo ciliegino
2 cucchiai di pesto genovese
sale
pepe
olio evo

Metto a bollire dell'acqua salata per la cottura della pasta. Taglio a striscette il lardo.


Lo metto ad abbrustolire in una padella antiaderente senza aggiungere olio. Lo mescolo spesso per far creare la crosticina da tutti i lati.



Quando il lardo sarà ben croccante lo trasferisco in un piatto lasciando il grasso di cottura nella padella. Aggiungo a questo sughetto i pomodorini ciliegino ben puliti e tagliati a metà. Faccio rapprendere per una decina di minuti. Salare e pepare.
Nel frattempo l'acqua di cottura della pasta dovrebbe aver raggiunto il bollore. Verso la pasta e faccio cuocere girando di tanto in tanto.



Quando la pasta sarà al dente verso nei pomodorini i cucchiai di pesto e faccio rapprendere a fuoco vivace. Per ultimo aggiungo i filetti di lardo precedentemente messi da parte e con il composto ottenuto ci condisco la pasta.



E' un piatto veloce e buonissimo ve lo assicuro.

domenica 27 settembre 2015

Biscotti con corn flakes, mela, uvetta e gocce di cioccolata





Da quando ho scoperto di essere celiaca, ho dovuto reinventare quasi completamente la mia cucina. Con gli anni i prodotti senza glutine (molto più ricchi in grassi) mi hanno fatto lievitare come una balenottera obesa (il prossimo che sento affermare che con la dieta senza glutine si dimagrisce, lo strozzo).
Ultimamente sono stata costretta a cambiare nuovamente il mio regime alimentare e così sono immersa, di nuovo, in sperimentazioni culinarie.
Questi biscotti li ho preparati in un momento di vero sconforto. Qualcosa di buono da mangiare, utilizzando quei pochi ingredienti che ora mi sono permessi, dovevo pur crearlo.
Sono privi di glutine, di uova, di latte e di zucchero raffinato.

Ingredienti per circa 25 biscottini

180 gr di farina di riso
70 gr di farina di mais finissima
60 gr di zucchero di canna tipo fine
3 cucchiai di uvetta permessa
3 pugni di corn flakes
130 ml di latte di soia
80 ml di olio di girasole
1/2 bustina di lievito
1 grossa mela
2 cucchiai di gocce di cioccolato permesso
cannella in polvere

Metto l'uvetta a bagno nel latte di soia. Dopo circa un quarto d'ora inserisco nel boccale della planetaria le farine, lo zucchero, il lievito, la cannella, l'olio ed il latte nel quale avevamo messo ad ammorbidire l'uvetta. Accendo la planetaria e lavoro a media velocità, con le fruste a k, per una decina di minuti.
Aggiungo l'uvetta, le gocce di cioccolato, la mela che nel frattempo avremo pulito e tagliato a dadini e cosparsa di poco succo di limone, ed i corn flakes.



Con l'aiuto di un cucchiaio prelevo un poco di impasto e lo posiziono sulla teglia foderata con carta forno.


Inforno a 180° per circa 30 minuti. Testateli per provarne la cottura.

sabato 26 settembre 2015

Insalata di tofu croccante


E' un alimento diffuso in quasi tutto l'estremo oriente. Proprio come i formaggi vengono ricavati dalla cagliatura del latte, questo viene ricavato dalla cagliatura del succo della soia. Il tofu ha generalmente un elevato contenuto proteico ma un moderato contenuto in carboidrati. E' inoltre ricco di grassi polinsaturi.
Se si inseriscono all'interno del latte si soia vari aromi, viene definito aromatizzato.
Se si cucina fritto nell'olio sviluppa una superficie dorata.
Ha un sapore ed un odore sostanzialmente neutri e grazie a tale caratteristica lo si può cucinare sia dolce che salato.

Ingredienti per 2 persone:
150 gr di tofu
due grosse carote
due coste di sedano
mezzo peperone di media grandezza
1 finocchio
sale
pepe
olio evo

Taglio a bastoncini il tofu e lo lascio riposare, cosparso di sale, per qualche minuto.
Nel frattempo pulisco e taglio a dadini le verdure. Le condisco con sale, pepe e olio evo.


Asciugo il tofu in un tovagliolo pulito e lo faccio rosolare da tutti i lati in una padella con un filo di olio evo.


Scolo e faccio assorbire eventuale unto su della carta assorbente. Servo insieme all'insalata di verdure preparata.
Piatto fresco e leggero malgrado la frittura del tofu.

giovedì 24 settembre 2015

Petto di pollo al limone


Facile e veloce da preparare è ottimo come secondo piatto per un pranzo dell'ultimo momento o, se si hanno ospiti, può essere presentato come un secondo gustoso e di bell'aspetto.

Ingredienti:
Una fetta di petto di pollo di circa 120 gr l'una per ogni commensale
Farina (per me Mix Universale Schar)
2 lmoni
Sale
Pepe
Olio evo
1 cucchiaino di maizena (all'occorrenza)
Qualche cucchiaiata di brodo vegetale

Pulisco e taglio a fette il petto di pollo. Lo sciacquo sotto acqua corrente e lo asciugo con un canovaccio pulito. Lo infarino e lo metto a rosolare in una capiente padella con un filo di olio evo. 



Aggiungo il brodo vegetale e copro con un coperchio.
Salare e pepare. Una volta ben colorito da entrambe i lati prendo un limone e ne raccolgo il succo. Lo unisco al pollo e faccio cuocere ancora accompagnato anche da qualche fettina di limone.


Quando sarà ben cotto se necessario far rapprendere il sughetto di cottura con un cucchiaino di maizena da versare all'interno e far cuocere qualche secondo.

Torta della nonna gluten free


La torta con crema e pinoli, conosciuta come torta della nonna è ottima e di bell'aspetto. Da consumare a merenda accompagnata da un buon tè o come fine pasto. Buonissima nella versione gluten free come per quella glutinosa.

Ingredienti:

Base per crostate gluten free
Crema pasticcera
Pinoli
Zucchero a velo

Preparo la crema pasticcera con un poco di anticipo per farla raffreddare leggermente prima dell'uso.
Preparo la base per crostate e fodero una teglia precedentemente imburrata ed infarinata, facendo attenzione a foderare anche il bordo.



Verso all'interno la crema pasticcera e livello con l'aiuto di una spatola. Ricopro con i pinoli ed inforno a 180° per una mezz'ora.


Quando la pasta risulterà ben brunita lascio raffreddare la torta su di una gratella. Prima dell'uso spolvero di zav. Ottima, veramente ottima.

Cuscus di mais alle verdure (cous cous)


Mi piace particolarmente il cuscus di verdure e malgrado non ne faccia un uso quasi quotidiano, nella mia cucina viene riproposto spesso.
Questo piatto è l'alimento tradizionale di tutto il Nordafrica anche se nei secoli, grazie a legami storici e sociali con Tunisia e Libia, è divenuto di uso frequente anche in Sicilia.
Tradizionalmente veniva preparato con semola di grano duro ma ad oggi molti altri cereali fanno da base a questo piatto.
Dovrebbe essere passato al vapore due o tre volte. Quando è cotto è morbido e leggero. Quello in vendita nei supermercati è cotto al vapore e poi essiccato e sulle istruzioni per la cottura viene consigliato di aggiungere acqua corrente per renderlo pronto al consumo.
Per prepararlo ho seguito le istruzioni riportate sulla confezione da me acquistata anche se tendo ad aumentare di poco l'acqua per renderlo morbido.

Ingredienti per 4 persone

300 ml di acqua
300 gr di cuscus (per me Molino Nicoli)
sale
pepe
olio evo
una noce di burro
3 carote di media grandezza
3 zucchine
una decina di pomodori ciliegino
1 bel peperone grosso
1 costa di sedano

Pulisco e taglio a piccoli cubetti tutte le verdure tranne una carota che taglio a julienne.
Cuocio a fuoco lento, in una capiente padella dove avremo fatto scaldare un poco di olio evo, dapprima le carote (tranne quella tagliata a julienne). Aggiungo i pomodorini poi il peperone ed infine le zucchine. Aggiusto di sale e pepe e lascio cuocere a fuoco medio.


Quando le verdure saranno ben cotte, in un'altra padella verso i 300 ml di acqua, con un paio di cucchiai di olio ed il sale. Quando accenna a bollire spengo la fiamma e verso gradatamente, per evitare che si formino grumi, tutto il cuscus.


Lascio riposare cinque minuti. Riprendo la cottura a fuoco lento ed unisco la noce di burro e tutte le verdure. Mescolo per sgranare bene il prodotto e per amalgamare le verdure. Unisco le carote julienne e il sedano crudi.
Impiatto e servo ben caldo



martedì 22 settembre 2015

Risotto con foglioli e salsiccia



Mi definisco una giovincella di mezza età ed ho la fortuna di avere ancora accanto a me i miei genitori... giovincelli di piena età. Tra i loro hobby c'è quello di andare per campi a raccogliere tutto quello che è commestibile. Sono sempre alla ricerca di borragine, sparagini, cicoria, cardi, ortiga, ruchetta selvatica (che abbiamo piantato anche nel nostro orticello), uva spina (che di solito non si riesce a portare a casa perché viene pappata durante le perlustrazioni). Mi hanno riportato un bel mazzo di foglioli freschi freschi (chenopodium) ed io ho preparato un buon risotto con salsiccia.

Ingredienti:

Due tazzine di caffè di riso per ogni commensale
Cipolla
Foglioli freschi
Salsiccia (2 per 4 persone)
Sale
Pepe
Olio evo
Brodo vegetale
Una noce di burro
Parmigiano grattugiato

Tagliare in piccoli pezzi la cipolla e far imbiondire, a fuoco basso, in poco olio evo.
Aggiungere la salsiccia a pezzettini e far cuocere qualche minuto.
Mondare e lavare bene i foglioli. Aggiungerli alla salsiccia e far cuocere fino a quando saranno appassiti.


A questo punto aggiungere il riso e far cuocere fino a completa cottura aggiungendo il brodo vegetale all'occorrenza.


Quando il riso sarà cotto ed il brodo vegetale ritirato, aggiungere una noce di burro e del parmigiano grattugiato. Mantecare bene e far riposare un paio di minuti prima di impiattare. Gustoso da leccarsi i baffi.




Salsa bechamel (besciamella)



La besciamella è una salsa calda di base. Viene definita salsa madre perché usata come elemento di partenza per creazioni più elaborate. Gli ingredienti si amalgamano tra loro e poi portati ad ebollizione in modo tale che la salsa addensi e veli il cucchiaio.
La ricetta che posto è quella di una besciamella semplice nella preparazione.
Aggiustate la dose di farina o di latte a seconda dell'uso. Deve risultare come una crema ma se la dovete utilizzare per accompagnare il ripieno di crepes o cannelloni, rendetela poco più densa rispetto ad altri usi.


Ingredienti per circa 3/4 porzioni:
50 gr di burro
250 gr di latte circa
1 cucchiaio colmo di farina (per me Mix Universale Schar)
sale
pepe
un pizzico di noce moscata

In un pentolino di acciaio unisco il burro, il sale, il pepe e la noce moscata. Aggiungo il latte e porto a bollore.


Quando sta quasi per bollire verso il cucchiaio di farina e con l'aiuto di una frusta lo amalgamo al composto facendo attenzione a non far formare grumi.


Faccio rassodare un paio di minuti e la besciamella è pronta. E' questo il momento nel quale potete decidere la consistenza. Fate cuocere più tempo se vi necessita una crema più densa altrimenti potete aggiungere un goccio di latte se deve essere più morbida.

Potete partire da questa base per aromatizzare la vostra crema bechamel.

Alla panna
Lontano dal fuoco incorporate una confezione da 125gr di panna da cucina per rendere la besciamella più leggera e delicata.

Alle acciughe
Tritare finemente le acciughe dissalate e diliscate. Quando la besciamella inizia ad ispessire unitele al composto.

All'olio
Sostituire il burro con 50 gr di olio evo. In questo caso unire subito la farina all'olio, insaporire e per ultimo aggiungere il latte. Portare a bollore e far cuocere qualche minuto.




lunedì 21 settembre 2015

Lo svuotafrigo - Torta di pasta pizza arrotolata


Per il nome ringrazio la cara DonnaLucia che lo ha definito così non appena lo ha visto in foto su wathsapp. Passata di poco la Pasqua mi sono assentata per qualche giorno e mi dispiaceva lasciare rovinare gli avanzi della festa in frigo. Ho creato questo rotolo ripieno perché, per giorni, mi erano passate davanti agli occhi le foto di varie torte e casatielli pasquali. Così ho pensato di utilizzare la base per pizza (per me gluten free) per creare una specie di rotolo da riempire con gli avanzi.
L'ho stesa su di un foglio di carta forno in una teglie e l'ho lasciato lievitare per un'oretta.


L'ho ricoperta con pezzetti di uovo sodo, salamella, mortadella, speck, salsiccia, formaggi (groviera, pecorino e parmigiano)


L'ho arrotolato su se stesso e l'ho posizionato all'interno di una ciambelliera ben oliata.


Ho aggiustato la forma per far combaciare i lati accarezzandolo con le mani ben unte di olio.


Ho lasciato lievitare ancora un'oretta e dopo averlo spennellato con una miscela di tuorlo d'uovo sbattuto ed un poco di latte l'ho infornato a 200° fino a quando è diventato di un bel colore bruno.
Ottimo, veloce e adatto al riciclaggio degli avanzi da frigorifero.

Coppette riciclo



Capita a tutti di avere avanzi a fine pasto. Io stessa, dopo aver preparato una torta con frutta fresca e sciroppata, mi sono ritrovata il frigo pieno di avanzi. Li ho guardati per un po' poi ho pensato che sarebbe stato ingiusto farli sprecare. Ho optato, quindi, per delle coppe di frutta. Ho posizionato sulla base del Pan di Spagna (per me gluten free) che ho bagnato con del limoncello.
Seguo con una colata di crema pasticcera alla quale ho amalgamato un poco di panna ed uno strato di frutta tagliata a piccoli dadini. Ricopro con della panna montata e decoro con gocce di cioccolato.
Ne è venuto fuori qualcosa di melodioso, sublime, delicato all'assaggio e decisamente bello nella presentazione. Va da se che per il decoro si può utilizzare qualsiasi cosa si abbia a disposizione: biscotti o lo stesso Pan di Spagna sbriciolati, codette colorate, confettini o cioccolata sciolta a bagnomaria...




Petto di pollo all'arancia



E' la variante con l'arancia del petto di pollo al limone. Facile e veloce da preparare è ottimo come secondo piatto per un pranzo dell'ultimo momento o, se si hanno ospiti, può essere presentato come un secondo gustoso e di bell'aspetto.

Ingredienti:
Una fetta di petto di pollo di circa 120 gr l'una per ogni commensale
Farina (per me Mix Universale Schar)
Arance mature
Sale
Pepe
Olio evo
1 cucchiaino di maizena (all'occorrenza)
Qualche cucchiaiata di brodo vegetale

Pulisco e taglio a fette il petto di pollo. Lo sciacquo sotto acqua corrente e lo asciugo con un canovaccio pulito. Lo infarino e lo metto a rosolare in una capiente padella con un filo di olio evo. Aggiungo il brodo vegetale e copro con un coperchio.


Salare e pepare. Una volta ben colorito da entrambe i lati prendo un'arancia e ne raccolgo il succo. Lo unisco al pollo e faccio cuocere ancora accompagnato anche da qualche fettina di arancia.


Quando sarà ben cotto se necessario far rapprendere il sughetto di cottura con un cucchiaino di maizena da versare all'interno e far cuocere qualche secondo.

Cheesecake con marmellata di pesche


La cheesecake è una torta fredda composta da uno strato di crema ai formaggi poggiato su uno di biscotti, Pan di Spagna o pasta frolla.
Per la crema si usano formaggi freschi e molli tipo formaggi da spalmare, yogurt, mascarpone, ricotta o Philadelphia anche se io non amo il gusto di quest'ultima e dei formaggi da spalmare nelle preparazioni dolci.
Spesso è accompagnata da rifiniture a base di frutta fresca, candita, secca o creme varie compreso il cioccolato.  
Può essere cotta o cruda e ne esistono diverse varianti.Mai provato a fare la cheesecake con la marmellata? Ottima direi. 

Ingredienti per una cheesecake del diametro di 22 cm:
per la base biscotto
200 gr di biscotti secchi (per me Petit Schar)
110 gr di burro

per la crema
500 gr di mascarpone
3 cucchiai di zucchero
100 gr di panna vegetale da montare
3 cucchiai di panna liquida
8 gr di gelatina alimentare permessa

qualche cucchiaiata di marmellata di pesche

per la copertura alle pesche:
quattro belle pesche mature
un foglio di gelatina
zucchero semolato 

Mettere ad ammorbidire in acqua fredda la gelatina. Sbriciolare i biscotti. Fondere il burro a bagnomaria o nel microonde. Unire il tutto ed amalgamare bene.



Utilizzare il composto per ricoprire la base di una teglia con cerchio apribile del diametro di 22/24 cm. Compattare bene con l'aiuto di un batticarne o in mancanza di questo potete utilizzare la base di un bicchiere. Porre in frigo a raffreddare



In una scodella capiente, lavorare a lungo con l'aiuto di una forchetta il mascarpone per ammorbidirlo. Aggiungere lo zucchero e i 100 gr di panna montata e la marmellata.




In un pentolino versare la panna liquida e portare quasi a bollore. Versare all'interno la gelatina ormai ammorbidita ben strizzata. Far sciogliere bene.




Versare la panna con la gelatina nella crema di mascarpone e mescolare velocemente. Prendere la base dal frigo e ricoprire con il composto di mascarpone e panna. Riposizionare in frigo.

Per preparare la copertura alle pesche puliamo e tagliamo a pezzi la frutta. Aggiungiamo lo zucchero (ne bastano un paio di cucchiai se sono belle mature).




Con l'aiuto di un frullatore ad immersione frulliamo le pesche e le rendiamo poltiglia. Passiamo in un colino e raccogliamo il succo.




Mettere in ammollo il foglio di gelatina in acqua fredda e quando sarà ammorbidito unirlo al succo di pesche che avrete fatto scaldare in un pentolino. Far cuocere qualche minuto ed aggiungere eventualmente dello zucchero nel caso il sapore fosse troppo aspro. Far raffreddare un poco e versare sulla cheesecake.
Riporre in frigo fino al momento di consumare. Decorate con spicchi di pesca.



mercoledì 9 settembre 2015

Insalata russa


Forse è l'insalata di verdure più conosciuta al Mondo. Ve ne sono molte varianti anche a base di carne ma quella che vi propongo si compone di sole verdure fresche, sotto aceto e maionese. Mi è stata tramandata da mia suocera ed è entrata appieno tra gli alimenti a me graditi ormai da quasi trent'anni.
Nella foto è presente l'uovo come decorazione perché piace molto ai miei figli ma può essere decorata in modi diversi.

Ingredienti:
Patate
Carote
Piselli
Giardiniera sotto aceto
Maionese
Sale
un filo di olio evo

Utilizzare lo stesso contenitore per pesare tutte e tre le verdure. Dovranno essere in parti uguali. Pulire e tagliare a dadini le patate e le carote.
Lesso al dente in acqua salata, separatamente, tutte le verdure.
Le scolo e le riunisco in un piatto capiente. Aggiungo un filo di olio per evitare che assorbano troppa maionese.


Taglio a pezzetti anche le verdure della giardiniera e le unisco alle altre.
Aggiungo, gradatamente a cucchiaiate, la maionese. Amalgamare bene il tutto e continuare ad aggiungere la maionese fino ad arrivare al gusto da voi preferito.
Posizionare sul piatto da portata e decorare a vostro piacere.



Basta tenerla in frigo ricoperta da pellicola trasparente per avere lo stesso risultato. Togliendo la pellicola al momento dell'utilizzo rimane morbida e cremosa.


Pastella per fritti all'acqua



Ottima pastella, priva di lattosio in quanto a base di acqua, da utilizzare per friggere pesce e verdure. Ottima anche per friggere la frutta, aggiungendo un paio di cucchiaini di zucchero.

Ingredienti:

2 uova
150 gr di farina
200 gr di acqua (meglio se frizzante)
sale

Unisco il sale alle uova e inizio a montarle con l'aiuto di una forchetta. Verso l'acqua all'interno ed infine la farina continuando a mescolare con forza. Nel caso risultasse troppo liquida aggiungere ancora della farina (o dell'altra acqua in caso contrario).

Immergervi il prodotto da friggere facendo attenzione che ne sia completamente ricoperto. Far cuocere la frittura in olio ben caldo, rigirandola un paio di volte.

Porre ad asciugare su un foglio di carta assorbente.

Borragine fritta in pastella



Non finirò mai di ringraziare la mia mamma per tutte le "dritte" che mi rifila in cucina. Sapevate che la borragine, oltre alle consuete preparazioni,  può essere fritta dopo averla immersa nella pastella? Ebbene si! Può essere cucinata anche in questa maniera ed è squisita. Lo so, lo so che il fritto fa male... ma una volta ogni tanto si potrà pur preparare.

Ingredienti:
pastella per fritti o pastella per fritti senza glutine
borragine in foglia

Lavare delicatamente sotto acqua corrente le foglie di borragine ed asciugarle con l'aiuto di un canovaccio pulito.


Immergere la foglia di borragine nella pastella, avendo cura di farla aderire bene tutta intorno. Cerchiamo di tenere fuori un pezzo di gambo che ci servirà per afferrarla.


Facciamo cuocere qualche minuto immersa in olio bollente ed, una volta colorita da questo lato rigirarla dall'altro.


Far scolare bene su di un foglio di carta assorbente.


Consumare ben calde. Ottime anche come finger food.